(Perché la bontà non va d’accordo con la crudeltà)

Quand’ero piccola avrei volentieri scambiato un braccio per un peperone ripieno. Oggi no. Oggi scambio tanti (troppi, parliamone!) soldi per una mozzarella finta per guarnire una zucchina cruelty-free.

***

Ingredienti per 2 persone:

  • 4 zucchine tonde
  • 150 gr di seitan 
  • Mezza cipolla 
  • 1 pomodoro grande 
  • Polpa di pomodoro 
  • Formaggio di latte di riso
  • Pane grattuggiato 
  • Prezzemolo 
  • Olio Extravergine d’Oliva 
  • Sale 
  • Pepe 

Per prima cosa, tagliate il fondo e la capocchia (si dice?) delle zucchine e mettetele a cuocere in una pentola a vapore per 15/20 minuti. 
Quando l’interno sarà abbastanza molle, toglietele dalla pentola e lasciatele raffreddare un attimo. Nel frattempo, fate soffriggere mezza cipolla insieme al seitan, che avrete già tritato con il mixer. Vero? Aggiungete un pomodoro tagliato a cubetti, lasciate dorare il tutto e cominciate a scavare le zucchine, tenendo la polpa, che subito dopo unirete al seitan. Aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere per 15 minuti. 

Una volta cotto, togliete tutto dal fuoco e versatelo in una ciotola. A questo punto unite il pane grattugiato (finché il composto non si asciuga un po’) e il prezzemolo tritato. Siete pronti per riempire le zucchine!

Mettetele in una teglia foderata con della carta da forno e cominciate a riempire bene. Fate attenzione a non lasciare dell’aria dentro, altrimenti Giuseppe si incazza. Riempitele bene e, una volta colme, copritele con un po’ di polpa di pomodoro, una fetta di formaggio di riso e una spolverata di pepe. In forno a 180° per 20 minuti, et voilà. Bon appetit 🙂