(Per amiche che evitano il lievito come la peste)

Quasi trent’anni e il massimo della vita, per me, sono i picnic. E siccome all’aria aperta, in una notte di pioggia in via Fantoni a Milano, non si può stare, io e le mie amiche ci siamo fatte un picnic in casa.

***

Ingredienti per 4 piadine:

  • 300 gr di farina
  • 300 ml di acqua
  • Olio Extravergine d’Oliva
  • Sale
  • Pepe

Ingredienti per il ripeno:

  • 1 grosso avocado 
  • Pomodori secchi sott’olio
  • 1 cipolla rossa
  • Spezie a piacere (basilico, timo, maggiorana)
  • Zucchero di canna
  • Sale
  • Pepe

Iniziamo con la preparazione delle piadine. In una ciotola unite la farina, l’acqua, un goccio d’olio, sale e pepe e amalgamate tutto con l’aiuto di una frusta. Aggiungete acqua finché il composto non risulterà liquido e lasciate riposare tutto per almeno mezz’ora.

Ungete una padella con dell’olio (poco, poi spalmatelo con della carta da cucina) è aspettate che diventi calda. Versate un mestolo di pastella nella padella e fate in modo che si distribuisca su tutta la superficie, come se doveste fare una crepe. Quando i bordi cominciano a staccarsi, con l’aiuto di una paletta, giratela e fatela cuocere anche dall’altro lato. La piadina è pronta quando sembra una piadina. Mh. Toglietela dal fuoco e via con un’altra.

* CONSIGLIONE *
La prima piadina verrà senz’altro da schifo, quindi preparate un po’ di pastellai in più, se le porzioni sono contate.

Per la farcitura, io ho preparato delle imitazioni di pomodori confit (grazie Paola) si fanno disponendo su una teglia dei pomodorini secchi sott’olio e cospargendoli di spezie, sale, pepe e un pochino di zucchero di canna su ciascun pomodoro. Infornateli a 180’ per circa 15/20 minuti.

A parte, unite una cipolla rossa tritata grossolanamente, un avocado maturo schiacciato, sale e pepe.

Farcite le piadine con la crema di avocado e qualche pomodorino confit. E non dimenticate il vino. Il vino!